arrow--linkarrow-calendar--leftarrow-calendar--rightattachmentcalendar-eventclock--outlineclockclose_modal_windowcloud_uploaddeadlinedownloademail--shareemailfacebookfaxgoogle-plus--framegoogle-plusinstagramlink--externallinklocationlogo-confcommercio--fidilogo-confcommercio--venezialogo-confcommerciomarker--offmarkerphonepinterestsearch--whitesearchteacherstwitterverifiedyoutube

Comunicazione

Confcommercio Città e Riviera del Brenta: dal 2 settembre arriva il Direttore

Annunciando la nascita della Confcommercio Città e Riviera del Brenta il 27 novembre scorso, il Presidente dell’Unione Metropolitana Massimo Zanon lo aveva detto chiaramente: "Non potevamo non dedicarci ad un territorio significativo come la Riviera del Brenta. Ripartiamo con un’associazione completamente nuova, tutte le energie ora sono rivolte al futuro, per avere un’associazione mandamentale capillare e operativa".

Da allora la Confcommercio Provinciale ha riorganizzato i servizi alle imprese con la nuova società Confcommercio Servizi della Città della Riviera del Brenta e - assieme al primo gruppo di nuovi associati rivieraschi coordinati dall’Avv. Alessandro Biasiolo - ha ripreso l’attività sindacale nel territorio incontrando le Amministrazioni Comunali ai diversi tavoli dei Distretti del Commercio e della OGD, ma soprattutto incontrando le imprese del commercio, turismo, servizi, trasporti e professioni in più di 15 assemblee realizzate la primavera scorsa.

Ora i vertici provinciali dell’Associazione compiono un terzo decisivo passo: il 2 Settembre, infatti arriva nelle sedi di Dolo e Mira anche il Direttore della ricostituita associazione: Pierpaolo Dall’Agnola, 44 anni, veneziano, laureato in filosofia e specializzatosi con master in Town Center Management, dopo un passato lavorativo in Camera di Commercio, dal 2009 è responsabile delle Categorie Sindacali nell’Unione Metropolitana.

“Abbiamo deciso di inviare questa risorsa in Riviera” – afferma il Presidente Zanon – “per rafforzare l’attività sindacale, allargare la base associativa, completare il rinnovo delle cariche e progettare nuove iniziative sul territorio. Le piccole imprese, infatti, soffrono non solo problemi pratici come, ad esempio, l’adozione dal 1 gennaio del registratore di cassa telematico, ma anche problemi più ampi e strutturali, come la difficoltà di una regia unitaria nella gestione turistica della Riviera, per i quali Confcommercio ha la sua ricetta”.

Per dare voce alle esigenze delle imprese e soprattutto fornire loro soluzioni efficaci, Confcommercio Città e Riviera del Brenta ha concorso quest’estate ai bandi camerali di rigenerazione urbana e turismo, aggiudicandosi importanti risorse per due progetti centrati rispettivamente sull’abbattimento degli sprechi nel commercio alimentare e sulla formulazione di club di prodotto per il turismo in Riviera. Iniziative che partiranno, anche queste, da settembre.

Top