arrow--linkarrow-calendar--leftarrow-calendar--rightattachmentcalendar-eventclock--outlineclockclose_modal_windowcloud_uploaddeadlinedownloademail--shareemailfacebookfaxgoogle-plus--framegoogle-plusinstagramlink--externallinklocationlogo-confcommercio--fidilogo-confcommercio--venezialogo-confcommerciomarker--offmarkerphonepinterestsearch--whitesearchteacherstwitterverifiedyoutube
Comunicazione

Comunicazione

Comunicazione

In primo piano

Macellai Federcarni: conclusa la 3° edizione de</br>"I piaceri della carne"

Macellai Federcarni: conclusa la 3° edizione de
"I piaceri della carne"

Mercoledì 29 novembre a Spinea si è svolta la serata conclusiva de "I piaceri della carne", la rassegna gastronomica dei macellai di Confcommercio Federcarni Venezia, realizzata in collaborazione con l'Ente Bilaterale Terziario.

Undici concorrenti - valutati dal Presidente Regionale Federcarni Mario Giuliatti, dal Presidente della Camera di Commercio ed ex macellaio Giuseppe Fedalto e dal giornalista gastronomo Giampiero Rorato - si sono sfidati ai fornelli nella preparazione di ricette con tagli poco costosi e veloci da preparare, ma che hanno dato vita a piatti veramente belli e saporiti.

Palpabili in sala la tensione iniziale e l'entusiasmo finale tra i concorrenti, che si sono impegnati fino all'ultimo per la buona riuscita della prova, che ha trovato infatti l'apprezzamento unanime della Giuria.

I ringraziamenti più sentiti vanno innanzitutto ai clienti e alle clienti delle macellerie, e anche ai loro bambini, che hanno partecipato alle tre serate dimostrative da inizio novembre; agli sponsor tecnici Ducale, Guzzon, Italbontà, Rational, Rosa, Saccardo e Sirman che hanno reso possibile il progetto e l'aggiornamento professionale dei macellai.

Ma soprattutto un grazie speciale al Presidente Mauro Chinellato e alla sua squadra di bekeri che si sono impegnati in lungo e in largo per tutta la provincia per promuovere un consumo equlibrato di carne di qualità, che deve essere sempre consigliata dal proprio macellaio di vicinato, un professionista di cui ci si può sempre fidare, oggi più che mai.

Disability Friendly: un premio a misura di impresa

Disability Friendly: un premio a misura di impresa

DISABILITY FRIENDLY: UN PREMIO A MISURA DI IMPRESA

Il Gruppo Terziario Donna di Confcommercio Unione Metropolitana di Venezia, presieduto da Annalisa Macrì, si aggiudica il il Premio per l'Innovazione del Sistema.

Grande soddisfazione per il meritato primo posto conseguito dal Gruppo Terziario Donna appartenente a Confcommercio Unione Metropolitana di Venezia, che si è aggiudicato il Premio per l’Innovazione del Sistema con il progetto “Disability Friendly”. La consegna del premio è avvenuta a Chia, in Sardegna, nel corso della conferenza organizzativa di Confcommercio Imprese per l’Italia, alla presenza del Presidente Nazionale Carlo Sangalli.

 Il progetto si rivolge ai titolari dei servizi commerciali e pubblici esercizi coinvolgendoli attivamente in un cammino di conoscenza e accoglienza delle persone con disabilità cognitiva e motoria. L’obiettivo di questa importante iniziativa è duplice: da un lato, offrire ai commercianti la possibilità di essere parte integrante nell’accoglienza delle persone diversamente abili; dall’altro, permettere alle persone con disabilità l’accesso alle strutture commerciali, così da metterle in grado di conseguire abilità che permetteranno loro di essere autonome anche negli acquisti.

Il progetto -  ideato e promosso da Francesca Matterazzo, Confcommercio Riviera del Brenta, in collaborazione con le Associazioni Oltre il Muro e Famiglia Abilità - è articolato in varie fasi, informative e formative per la conoscenza della disabilità cognitiva e motoria,  ma anche strutturali e di allestimento fisico degli esercizi commerciali coinvolti. Concretamente il riconoscimento consiste in una targa o adesivo esposti all’esterno del locale, per certificare alle famiglie, alle persone con disabilità e a tutti coloro che sono interessati la sensibilità del singolo gestore e l’accessibilità dell’esercizio. Nelle prossime settimane verrà elaborata una mappatura del territorio che, evidenziando le attività commerciali DISABILITY FRIENDLY, verrà distribuita presso enti pubblici e privati per un maggiore riconoscimento della struttura aderente all’iniziativa.

Siamo particolarmente felici per questo importante riconoscimento – dichiara il Presidente Confcommercio Unione Metropolitana Venezia Massimo Zanon– perché rappresenta una ulteriore conferma che il nostro modo di lavorare, che mette la le persone al centro delle iniziative, è quello giusto, e testimonia l’impegno della nostra Associazione anche in progetti dalla valenza sociale, oltre che economica”.

I piaceri della carne: 1.000 idee, spreco 0!

I piaceri della carne: 1.000 idee, spreco 0!

Da mercoledì 8 novembre ritornano le serate dei macellai Federcarni con la terza edizione de "I piaceri della carne: 1.000 idee, spreco 0!", quattro appuntamenti in provincia di Venezia nei quali, a partire dalle 20.30, i nostri "bekeri" mostreranno alle loro clienti come si possono preparare in pochi minuti piatti semplici e saporiti, senza mettere sempre mano al portafoglio. Novità di quest'anno: le dimostrazioni/degustazioni saranno aperte anche ai più piccoli, con un laboratorio interamente dedicato ai bambini per divertirsi imparando a fare... le polpette! La rassegna inizia mercoledì 8 novembre a Marghera, per proseguire i mercoledì successivi a Jesolo e Chioggia, e concludersi mercoledì 29 novembre a Spinea dove, in una divertente inversione dei ruoli, saranno le clienti a cimentarsi nella preparazione di piatti giudicati questa volta dai macellai.In allegato la locandina della rassegna con programma delle serate.  Per info e prenotazioni: Mob. 320.8911327

Divieto di commercializzazione dei sacchetti di plastica

Divieto di commercializzazione dei sacchetti di plastica

Il recente Decreto Legge Mezzogiorno (D.L 20 giugno 2017 n. 91), ha confermato i divieti di circolazione degli shopper di plastica non riutilizzabili ed ha introdotto lo stop graduale (a partire dal 1° gennaio 2018) ai sacchetti di plastica ultraleggeri sotto i 15 micron di spessore, forniti come imballaggio primario per alimenti sfusi (es. ortofrutta), che, a partire da tale data, dovranno essere non solo compostabili secondo la norma UNI EN 13432, ma contenere anche una percentuale crescente di carbonio biobased (secondo lo standard UNI CEN/TS 16640): almeno il 40% dal 1° gennaio 2018, il 50% dal 1° gennaio 2020 e almeno il 60% da gennaio 2021.
Questi sacchetti, inoltre, dovranno essere ceduti esclusivamente a pagamento e a tal fine il prezzo di vendita per singola unità deve risultare dallo scontrino o fattura d'acquisto delle merci o dei prodotti imballati per il loro tramite.
Top