arrow--linkarrow-calendar--leftarrow-calendar--rightattachmentcalendar-eventclock--outlineclockclose_modal_windowcloud_uploaddeadlinedownloademail--shareemailfacebookfaxgoogle-plus--framegoogle-plusinstagramlink--externallinklocationlogo-confcommercio--fidilogo-confcommercio--venezialogo-confcommerciomarker--offmarkerphonepinterestsearch--whitesearchteacherstwitterverifiedyoutube
Comunicazione

SeacInfo

SeacInfo

18/10/2018 - Gruppo IVA: chiarimenti sulla verifica del vincolo economico

SeacInfo Fiscale
Gruppo IVA: chiarimenti sulla verifica del vincolo economico
Con Principio di diritto n. 5, pubblicato il 15 ottobre 2018, nella nuova Sezione dedicata, l'Agenzia delle Entrate ha fornito alcuni chiarimenti in merito alla sussistenza del vincolo economico (art. 70-ter, comma 5, D.P.R. n. 633/1972) ai fini della costituzione del Gruppo IVA. In particolare, il documento in oggetto ha precisato che in fase di costituzione di un Gruppo IVA, per dimostrare la sussistenza del vincolo economico tra i soggetti, non assume valore determinante l'indicazione del codice ATECO in sede di dichiarazione di inizio attività ma occorre fare riferimento alle attività indicate nell'oggetto sociale.

18/10/2018 - Riporto delle perdite nell'ambito di fusione societaria: chiarimenti sulle condizioni antielusive

SeacInfo Fiscale
Riporto delle perdite nell'ambito di fusione societaria: chiarimenti sulle condizioni antielusive
Con Principio di diritto n. 6, pubblicato in data 15 ottobre 2018, l'Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito alle condizioni alle quali è consentito il riporto delle perdite in occasione di operazioni straordinarie quali le fusioni societarie.In particolare, l'Agenzia ha chiarito che nel caso in esame, 'le perdite della società incorporata, di cui si chiede il riporto, sono il frutto di costi sostenuti nell'esercizio dell'ordinaria attività di gestione di una impresa neo costituita che non ha ancora ottenuto le autorizzazioni necessarie per lo sviluppo del proprio core business, e non la conseguenza di un'attività di 'svuotamento' o 'depotenziamento' di una bara fiscale'. Di conseguenza, poiché la società fusa o incorporata non è stata volutamente depotenziata nel periodo precedente alla fusione viene meno il carattere elusivo dell'operazione.

18/10/2018 - Si alla disoccupazione per chi lavora ma con un reddito inferiore al minimo imponibile

SeacInfo Amministrazione del personale
Si alla disoccupazione per chi lavora ma con un reddito inferiore al minimo imponibile
Con la Sentenza n. 26027 del 17 ottobre 2018 la Corte di Cassazione, respingendo il ricorso presentato dall'INPS, ha stabilito che quest'ultimo è tenuto a pagare l'indennità di disoccupazione anche a colui che ha un lavoro, ma percepisce un reddito che non arriva al minimo imponibile.L'indennità va riconosciuta anche in favore del lavoratore somministrato che perde uno dei contratti part-time che lo legano all'agenzia interinale ed è incapiente senza colpa, esattamente come avviene nel caso di più rapporti part-time con distinti datori di lavoro.

18/10/2018 - Licenziamento in tronco del lavoratore che offende i colleghi

SeacInfo Amministrazione del personale
Licenziamento in tronco del lavoratore che offende i colleghi
La Corte di Cassazione, con la Sentenza n. 26013 del 17 ottobre 2018, ha statuito che può scattare il licenziamento per giusta causa del dipendente reo di aver rivolto espressioni offensive ai colleghi.Come si evince dal contratto collettivo la condotta addebitata può rientrare nelle più gravi mancanze punibili con la sanzione espulsiva. I contraenti collettivi non hanno fatto una scelta 'netta ed esaustiva di tipicizzazione delle sanzioni conservative, punibili con la multa o con la sospensione, ma hanno stabilito di individuarne alcune in maniera esemplificativa, proprio in ragione dell'impossibilità di fissare tutte le ipotesi che costituiscono infrazioni disciplinari'.

18/10/2018 - Prestazioni di lavoro occasionale in turismo e agricoltura: istruzioni operative

SeacInfo Amministrazione del personale
Prestazioni di lavoro occasionale in turismo e agricoltura: istruzioni operative
A seguito delle novità introdotte dal DL n. 87/2018 (c.d. Decreto dignità), come convertito nella Legge n. 96/2018, l'INPS è intervenuto per fornire alcune indicazioni in tema di prestazioni di lavoro occasionale riferite agli utilizzatori operanti nel settore del turismo e dell'agricoltura.In particolare, la Circolare n. 103 del 17 ottobre 2018 riporta le istruzioni per una corretta gestione del lavoro accessorio alla luce delle nuove diposizioni, con specifico riferimento ai seguenti aspetti:aggiornamento della registrazione dei prestatori sul sito dell'INPS;modalità di erogazione del compenso ai prestatori;gestione dei pagamenti da parte degli utilizzatori del contratto di prestazione occasionale;profili sanzionatori;programma di adeguamento della piattaforma telematica INPS.

Top