arrow--linkarrow-calendar--leftarrow-calendar--rightattachmentcalendar-eventclock--outlineclockclose_modal_windowcloud_uploaddeadlinedownloademail--shareemailfacebookfaxgoogle-plus--framegoogle-plusinstagramlink--externallinklocationlogo-confcommercio--fidilogo-confcommercio--venezialogo-confcommerciomarker--offmarkerphonepinterestsearch--whitesearchteacherstwitterverifiedyoutube

Comunicazione

ERRICO - FIVA: «Altro che salva ambulanti, questa è la norma rovina ambulanti!»

Non sono accettabili disparità di trattamento all’interno delle microimprese, specie se fondate su criteri incerti e legati a una non meglio precisata valutazione del reddito. Così si mina alla radice la pianificazione del nostro lavoro», è lo sfogo di Giacomo Errico, presidente di Fiva Confcommercio alla notizia della proroga al 2020 delle procedure di rinnovo delle concessioni degli ambulanti. Prosegue Errico: «Non basta questo, poiché la norma approvata presenta notevoli e rilevanti profili di criticità, al limite dell’incostituzionalità per la palese discriminazione fra imprese».

«Se costoro gestiscono il paese così come hanno gestito (o malgestito) questa vicenda allora io mi auguro che cambino mestiere. Spiegherò agli 80.000 ambulanti di FIVA con una lettera mia personale che questa è la norma “rovina ambulanti”».

«A questo punto è necessario rivedere in toto la normativa e mi auguro - è la conclusione - che il prossimo Parlamento possa discuterne, risolvendo alla radice questo annoso problema che va chiuso una volta per tutte».

Top