arrow--linkarrow-calendar--leftarrow-calendar--rightattachmentcalendar-eventclock--outlineclockclose_modal_windowcloud_uploaddeadlinedownloademail--shareemailfacebookfaxgoogle-plus--framegoogle-plusinstagramlink--externallinklocationlogo-confcommercio--fidilogo-confcommercio--venezialogo-confcommerciomarker--offmarkerphonepinterestsearch--whitesearchteacherstwitterverifiedyoutube

Comunicazione

Successo per il check offerto dagli ottici di Confcommercio Federottica al Santuario di Lucia di Venezia

Nonostante i grandi lavori di restauro che stanno interessando il Santuario di Lucia, ma ancor più la giornata inclemente per il tempo, anche quest’anno, il 13 dicembre solennità di santa Lucia,  ha avuto un grande successo di pubblico, non solo fra i devoti che venivano a venerare la santa patrona della vista, ma anche tra i molti turisti e curiosi, la possibilità di fare un veloce screening gratuito della vista (depistage visivo) grazie al volontariato degli ottici e optometristi di Federottica Confcommercio metropolitana, guidati da una soddisfatta presidente Anna Mior.

Ed è proprio la Mior ha sintetizzare gli interessanti risultati di questo evento: “Oltre 50 le persone che hanno potuto fruire  del check nella mattinata. Dallo screening sono emerse anche molti casi di trascuratezza e di persone, in gran parte anziani, che non sapevano di dover ricorrere ad uno specialista e che, grazie a questo momento di prevenzione, ora sono consapevoli di dover recarsi al più presto da un oculista per gli approfondimenti”. La Presidente di Federottica Confcommercio, conclude: “Grande soddisfazione per l’attenzione da parte delle persone che si sono sottoposte al depistage, l’apprezzamento per quanto stavamo facendo e e la richiesta di ripeterlo più spesso”.

Il vicepresidente  Elio Dazzo, a nome di Confcommercio Metropolitana, ha ringraziato i colleghi del comparto dell’occhialeria e la loro presidente Anna Mior. “La giornata di oggi e questa piccola ma bella azione di volontariato,” – ha commentato soddisfatto – “ha voluto confermare concretamente l’affetto che il mondo del commercio, del turismo e dei servizi ha per la città e per i valori religiosi e culturali che la uniscono: la giornata di santa Lucia vuole essere un simbolo della città che rivede la luce dopo i tristi giorni dell’acqua alta, e la prima di una lunga serie di feste, celebrazioni, eventi che si succederanno sin dopo carnevale”.

E, nel ribadire il proprio impegno anche per la cultura e la valorizzazione dei magnifici luoghi di culto spesso meno noti ma altrettanto splendidi della città, Confcommercio ha colto l’occasione della festa per rilanciare un appello. “Spegnete i social e le fake news” – ha fatto eco al collega  Dazzo il presidente di Confcommercio  Massimo Zanon -  e venite a vedere con i vostri propri occhi: Venezia, con i suoi tesori, le eccellenze della ristorazione e l’accoglienza dei suoi alberghi è più splendida che mai e perfettamente operativa”.

La festa di santa Lucia è stata riscoperta anche grazie all’erezione, lo scorso anno, della chiesa già nota come san Geremia, a Santuario di Lucia e anche quest’anno grazie, all’impulso del Rettore del Santuario, don Gianmatteo Caputo, nella settimana della festa si sono alternati momenti culturali e spirituali a suggestive rappresentazioni e Confcommercio ha accolto subito l’invito a dare il proprio contributo per arricchire l’offerta di eventi da allestire con l’occasione.

Lo stesso Rettore Don Caputo ha già chiesto agli ottici la disponibilità ad essere presenti anche in occasione di altri eventi che il Santuario realizzerà nel corso del 2020, sottolineando sia durante le celebrazioni che alla stampa che le visite agli occhi degli ottici ed optometristi di Federottica Confcommercio sono un elemento oramai integratosi nelle iniziative promosse nella settimana dedicata ai festeggiamenti per santa Lucia, particolarmente atteso dai fedeli.


 

Top