arrow--linkarrow-calendar--leftarrow-calendar--rightattachmentcalendar-eventclock--outlineclockclose_modal_windowcloud_uploaddeadlinedownloademail--shareemailfacebookfaxgoogle-plus--framegoogle-plusinstagramlink--externallinklocationlogo-confcommercio--fidilogo-confcommercio--venezialogo-confcommerciomarker--offmarkerphonepinterestsearch--whitesearchteacherstwitterverifiedyoutube

Comunicazione

Confcommercio coglie l’invito dell’Assessore Marcato: pronta a costruire un nuovo Distretto territoriale con i Comuni di Campolongo Maggiore, Pianiga, Camponogara e Vigonovo

Numerosa, con oltre una settantina di presenze, e persino appassionata la partecipazione alla serata del 24 gennaio dedicata al rilancio dell’economia e delle attività produttive della zona sud della Riviera. Commercianti, ristoratori esercenti ma anche artigiani ed agricoltori hanno preso parte all’incontro organizzato, su idea dell’Assessore Raffaella Gobbi dal Comune di Campolongo Maggiore, che il sindaco Zampieri ha voluto aprire anche ai sindaci dei Comuni non ancora in possesso di un Distretto del Commercio. Erano presenti, per la Giunta Regionale del Veneto l’Assessore alle Attività Produttive, Roberto Marcato, e l’Assessore all’Agricoltura Giuseppe Pan; gli onorevoli Giorgia Andreuzza (Commissione attività produttive della Camera) che ha confermato come la battaglia per la tutela del commercio di prossimità sia durissima con questo Parlamento distratto da altri interessi, ma proprio dal fare squadra sul territorio si può essere più incisivi e sarà fatto ogni sforzo per portare istanze e proposte di emendamenti che le categorie proporranno per ridare forza all’economia del commercio del turismo e dei servizi.

Per Confcommercio il Coordinatore della nuova Confcommercio Città e Riviera del Brenta Avvocato Alessandro Biasiolo e con il Direttore Pierpaolo Dall’Agnola e il vicedirettore della Confcommercio Metropolitana di Venezia Francesco Antonich

Presenti anche molti esponenti delle amministrazioni invitate perché, come ha sottolineato il Sindaco Zampieri, “E’ proprio vero che solo facendo squadra sul territorio si possono affrontare  problemi ma soprattutto realizzare progetti e  iniziative di rilancio”.

Non è stata solo un’occasione per fare una disamina delle criticità di un territorio che si è sentito un po’ ai margini negli ultimi anni, anche rispetto ai Comuni attraversati dal Naviglio, ma anzi un momento di proposta con impegni precisi. L’Assessore regionale Roberto Marcato ha sottolineato lo sforzo anche economico che la Regione del Veneto sta impegnando per il rilancio del commercio e del terziario di mercato e ha sollecitato tutti, imprenditori e sindaci a cogliere l’opportunità: ben venga dunque un nuovo distretto del commercio che coinvolga questi comuni. Una proposta in perfetta sintonia con Confcommercio che ha già iniziato a lavorare su questo progetto, come ha illustrato il Direttore del mandamento della Riviera Dall’Agnola.

Confcommercio non lavorerà solo per realizzare un  distretto territoriale: “Dobbiamo anche promuovere un nuovo metodo e attivare nuovi strumenti insieme alla Regione – ha proposto Alessandro Biasiolo – per far sì che la Riviera del Brenta possa, come già accaduto con il Veneto Orientale grazie alla Legge regionale n. 16/1993 per diventare una zona omogenea con un decentramento amministrativo che consenta di organizzare meglio la voce dei suoi enti locali, rafforzare la progettualità tra amministrazioni e associazioni di categoria ed avere risorse adeguate per progetti ben definiti” E conclude, rispondendo anche alle richieste pressanti degli imprenditori in sala che lamentano  il peggiorare della situazione economica e l’essere costretti a chiudere “ Il distretto del commercio Territoriale e, se riusciremo, la defnizione di una zona omogenea sono le prime risposte organiche ad una situazione di crisi strutturale che ha colpito questo territorio più degli altri”.

Assessori regionali e parlamentari hanno condiviso le proposte e hanno confermato ogni appoggio alla realizzazione di queste iniziative.

“Dobbiamo lavorare da subito, cominciando dall’ascolto di voi imprenditori – ha concluso Francesco Antonich, della Confcommercio metropolitana – è un’occasione unica per tutti voi imprenditori di lavorare insieme, superare l’individualismo, contare di più: non siete soli, Confcommercio e le Amministrazioni oggi hanno assunto un importante impegno, che va oltre il colore politico, ma guarda al benessere di questo territorio”.

I sindaci dei Comuni coinvolti hanno già espresso la loro condivisione al collega Zampieri di Campolongo: il cantiere del nuovo Distretto Territoriale della Riviera sud è aperto e lavorerà velocemente: entro il 30 aprile bisognerà infatti presentare il progetto generale per il riconoscimento, indispensabile per accedere successivamente ai bandi per finanziare la realizzazione dei progetti, sia pubblici che delle imprese aggregate.

 

 


 

Top